Giornata della pasticceria solidale


Ben € 9122.85 sono state raccolte per dare una mano ad alcune famiglie colpite dall’alluvione!

La sera del 18 novembre 2013 precipitazioni molto intense hanno colpito la Sardegna, soprattutto le zone tra Nuoro e Olbia, lasciando dietro 17 morti, 2.737 sfollati e un disperso. Fra i morti c’erano quattro bambini, una famiglia intera e un poliziotto corso a prestare soccorso.

Sono caduti 440 mm di pioggia in 24 ore, mettendo la Sardegna in ginocchio: auto distrutte, seminterrati e piani terra delle case inondate, ponti crollati, linee ferroviarie distrutte, decine di chilometri di strade crollate e viabilità in tilt. Molti campi coltivati e allevamenti sono stati duramente colpiti, provocando danni incalcolabili.

Però, se c’è una cosa che non manca ai sardi, è il coraggio e la solidarietà e si sono dati subito da fare, improvvisandosi volontari. E le mie amiche Pinella e Mariantonietta non potevano stare lì a guardare con le mani in mano. Insieme a Ludovica Felter hanno fatto partire l’iniziativa della giornata dedicata alla pasticceria e alla solidarietà, con l’intento di portare un po’ di conforto ad alcune famiglie che avevano perso tutto a seguito dell’alluvione, devolvendo il ricavato di questa giornata interamente a loro.

Con la grande generosità della signora Ornella Ticca che ha messo a disposizione la sua bellissima villa e il sostegno di tanti amici e bravissimi maestri chef e pasticceri, sono stati organizzati laboratori di pasticceria, aste di libri e la vendita di piccole attrezzature, biscotti e dolci.

Pinella è stata la forza motrice di questa iniziativa. Instancabile, onnipresente, ha anche trovato il tempo per produrre una montagna di biscotti e ben 450 macaron in più gusti e con i colori dell’arcobaleno. Il che vuol dire 900 mezzi gusci perfetti, oltre agli scarti, con tutte le farce possibili. Ho aiutato a far fuori un bel po’. 🙂


Foto: Pinella

E che dire delle splendide casette di Mariantonietta?

IMG_1977

IMG_1976

IMG_1974

IMG_1973

IMG_1968

La torta Pinocchio di Anna Melis

IMG_1593

I biscotti in gesso della StefaniaDE:

Foto di Stefania, da Facebook
Foto presa dalla sua pagina di Facebook

I biscotti, piccoli capolavori di Gabriella “Gabmic”

IMG_1969

IMG_1970

IMG_1971

IMG_1972

Per non parlare dei tanti libri e piccoli attrezzi per la cucina e la pasticceria donati da amici da tutta l’Italia.

Durante tutta la manifestazione si sono svolti dei piccoli laboratori gratuiti, dove era possibile degustare dolci sardi, frollini, cioccolatini, macaron, crêpes e gaufres.

i piccoli laboratori erano tenuti da:
Manuela Mattana “Basi della pasticceria salutistica”,

Teresina Puddu, “Dolci antichi della tradizione sarda – perla perlazzu e pabassìnas a s’antiga”:

Pabassinas a s’antiga

Carla Sanna, “Gaufre, pancake e dolci classici della tradizione di altri paesi”.

Poi c’erano i laboratori di pasticceria di un’ora ciascuno, durante il quale Anna Maria Sarritzu ci ha rivelato qualche segreto della pasticceria artistica sarda, portando con se una magnifica culla fatta interamente da lei (escluso il bambinello) con del croccante ricoperto di ghiaccia.

IMG_1590

Daniela Lenzu ci ha illustrato come fare dei lavori di patchwork con la pasta di zucchero, facendoci vedere diverse cialde raffiguranti la befana.

IMG_1580

IMG_1581

IMG_1592

Cécile Crabot, invece, ci ha dimostrato come rivestire una torta, facendo una gabbia di uccelli con la pasta di zucchero.

IMG_1967

Emiliana Ghironi ci ha insegnato le tecniche di decorazione a cornetto. Sua questa splendida torta fatta con il pan di spagna, panna e crema di burro:

IMG_1595

E non finisce qui! Silvana Colosio e Marta Invernizzi hanno preparato la challah, un pane ebraico a intreccio, spiegando in dettaglio come fare per ottenerlo:

IMG_1945

Con le loro spiegazioni, sembra un gioco da ragazzi!

Anche L’Unione Sarda ha immortalato alcuni momenti della giornata: http://www.videolina.it/video/servizi/56442/pasticceria-solidale-l-arte-dolciaria-per-aiutare-gli-alluvionati.html

Un lavoro enorme e una fatica immensa, ma ben ripagati se pensiamo al sorriso che questo contributo porterà alle persone alle quali è destinato. Non possiamo che ringraziare le organizzatrici, Pinella, Mariantonietta, Ludovica e Ornella, ancora una volta per questa iniziativa lodevole.

Advertisements

4 thoughts on “Giornata della pasticceria solidale”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s